Tu sei qui

Scuola Secondaria di Primo Grado "V. Pipitone"

 

Responsabile di sede Scuola Secondaria di Primo Grado “V. Pipitone”

             Prof. Maurizio D'Amico
  Vice  -  Michela Surdo - Antonio Parrinello

 

NUMERO CLASSI PRIME NUMERO CLASSI SECONDE NUMERO CLASSI TERZE
8 8 6
TOTALE ALUNNI: 444

 

 

PRESENTAZIONE:

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO “V. PIPITONE”

Il complesso edilizio comprendente la Chiesa e il monastero di S. Stefano si estende su una vasta area quadrangolare, ubicata tra le vie Eliodoro Lombardi, Sarzana, Frisella e il Largo Figlioli.

Si suppone che gli edifici siano sorti sulle rovine del palazzo degli antichi Pretori romani: avvalorano l’ipotesi i ritrovamenti, nell’area del complesso, di alcune lapidi con iscrizioni latine. In particolare, una lapide ne testimonia l’origine, un’altra reca un’iscrizione votiva a Cesare Imperatore e una terza, posta durante il consolato di Valerio, è dedicata all’imperatore Valente.

Il sito fu utilizzato dai Saraceni come sede del Governo e successivamente divenne proprietà della famiglia Ferro, che lo vendette al nobile Stefano Frisella, benemerito e ricchissimo cittadino di Marsala. Questi nel 1605 ristrutturò l’edificio e lo adibì a monastero per le Agostiniane Scalze, donandolo ad una delle sue quattro figlie, Francesca, badessa. Fece anche costruire una chiesa dedicata a S. Stefano, che venne consacrata e benedetta dal Cardinale Spinola di Mazara. Il monastero ospitò le suore fino al 1800 e nel 1866 fu incamerato dallo Stato per essere adibito successivamente a struttura scolastica.

Attualmente l’ex-monastero è sede della Scuola Secondaria di I grado “V. Pipitone” al pianoterra e in parte del primo piano, e del Liceo Classico “Giovanni XXIII” al primo e secondo piano.

La scuola secondaria di primo grado “V. Pipitone” è stata la prima scuola media nel territorio di Marsala. E’ intitolata a Vincenzo Pipitone, un illustre marsalese, nato nel 1854 e morto nel 1928. Docente, giornalista e avvocato, ha partecipato attivamente alla vita politica della sua città e più volte è stato eletto dai suoi concittadini alla Camera dei Deputati e nel 1920 fu anche Senatore. L’amore per la Patria, il senso di giustizia e di umanità nonché di solidarietà e uguaglianza, sono stati i valori che lo hanno contraddistinto durante i suoi vari incarichi.

La sede “V. Pipitone”  è ubicata su due piani. Al piano terra sono presenti n. 20 aule, che si aprono all’interno dove si trova l’atrio, il portico  e una grande aiuola al centro (struttura tipica degli antichi monasteri), dove si svolge l’intervallo, la festa dell’accoglienza, la festa di fine anno e tutte le altre manifestazione che la scuola organizza.

Al piano superiore vi sono altre n.4 aule, che si aprono sul loggiato, in comune con il liceo classico.

La scuola è dotata di un’aula d’informatica, di due palestre, di un locale adibito a biblioteca sito in via Frisella e di un’aula con attrezzature scientifiche. 

FINALITA' EDUCATIVE:

La scuola deve contribuire a educare, formare ed orientare.

Per quanto riguarda l’educazione, si preoccupa di favorire:

• le capacità relazionali e di interazione con l’ambiente naturale e sociale

• la conoscenza di sé

• l’autocontrollo e il rispetto delle regole.

Per quanto concerne la formazione, contribuisce a sviluppare:

• le abilità logiche fondamentali per affrontare e risolvere problemi

• le abilità di comunicare attraverso differenti codici: verbali, iconografici, sonori e strumentali (“tradizionali”, multimediali, ecc.)

• lo spirito critico, la capacità di progettare

• la creatività

• la cultura dello studio e della ricerca.

Sul fronte dell’orientamento, opera allo scopo di:

• fornire strumenti di consapevolezza in vista di scelte future

• progettare percorsi di orientamento alla scelta della scuola superiore

• favorire la continuità tra scuole di ordine diverso.

Per raggiungere queste finalità la scuola volge particolare attenzione:

• agli aspetti affettivi dell’apprendimento: star bene a scuola

• al metodo di studio: imparare ad imparare

• alla trasmissione condivisa di contenuti disciplinari ed interdisciplinari, abilità e valori:

sapere, saper fare, saper essere

• alla comunicazione in tutti i suoi aspetti: ascolto, espressione creativa, uso delle I.C.T. (Tecnologie dell’Informazione e della Comunicazione).

 

ORGANIZZAZIONE TEMPO SCUOLA:

Indirizzo ordinario 30 ore settimanali dal lunedì al venerdì

DISCIPLINE ORE SETTIMANALI
ITALIANO 5
APPROFONDIMENTO 1
INGLESE 3
FRANCESE 2
STORIA CITT. E COSTITUZIONE 2
GEOGRAFIA 2
MATEMATICA 4
SCIENZE 2
TECNOLOGIA 2
MUSICA 2
ARTE E IMMAGINE 2
SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE 2
IRC 1
TOTALE 30

 

Le lezioni iniziano alle ore 8.05 e terminano alle ore 14,05 con un intervallo di quindici minuti (Ore 11,05 - 11,20 mesi dispari, Ore 10.50 – 11.05 mesi pari)

 

 

IN EVIDENZA

 

 

 

 


 


 


 

Sito realizzato e distribuito da Porte Aperte sul Web, Comunità di pratica per l'accessibilità dei siti scolastici, nell'ambito del Progetto "Un CMS per la scuola" - USR Lombardia.

Il modello di sito è rilasciato sotto licenza Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.